Concorso

Il concorso per l’ideazione
Attraverso una selezione per CV sono stati selezionati otto gruppi di progetto formati da giovani professionisti di età inferiore ai 32 anni, ognuno composto obbligatoriamente almeno da un architetto, da un designer e da un agronomo. I 24 giovani professionisti hanno partecipato a tre giornate di workshop, tenute da esperti di green design, volte alla condivisione dell’ottica interdisciplinare e dei principi guida del percorso:
* low cost di impianto e gestione
* sostenibilità ambientale delle soluzioni tecnologiche adottate
* valorizzazione del genius loci.
Al termine delle giornate di workshop, comprendenti momenti d’aula e ricognizioni sul campo, ad ogni gruppo di progetto sono stati affidati – mediante sorteggio - due dossier. Inoltre ogni gruppo poteva scegliere un ulteriore dossier tra gli 8 dossier disponibili.
L’output di questa fase è stato costituito da 22 progetti preliminari relativi alle nove aree verdi.

Valutazione dei progetti preliminari e incarichi di progettazione esecutiva
Una commissione composta da Amministrazione Comunale, Fondazione Banca del Monte di Lombardia e da esperti espressi dal gruppo di lavoro ha valutato gli elaborati sulla base dei principi guida sopra espressi. La commissione è stata composta da:
Fabio Fabbri, Dirigente settore Qualità Urbana
Teobaldo Monzani, membro CdA Fondazione Banca del Monte di Lombardia
Uta Biino, funzionario Settore Qualità Urbana
Francesca Pisani, agronomo, Associazione Italiana di Architettura del Paesaggio
Pasquale Campanella, artista
Benno Simma, designer
Claudio Palvarini, CS&L, coordinatore progetto Microgiardini
Sulla base della graduatoria stilata e dei costi di realizzazione valutati dai progettisti, sono stati incaricati della progettazione definitiva / esecutiva dei primi quattro giardini i gruppi di progetto che hanno presentato i migliori progetti preliminari per ogni singolo giardino, a costituire un primo “lotto” di giardini da realizzare, fino a concorrenza del budget a disposizione per la realizzazione.

La commissione ha scelto inoltre altri cinque progetti  sulla base della medesima graduatoria. I progetti così rielaborati costituiscono il "Catalogo" per la ricerca di nuovi fondi.

Realizzazione dei primi giardini
Alla progettazione ha fatto seguito la fase di realizzazione dei primi quattro giardini, affidata alle cooperative sociali aderenti a CS&L Consorzio Sociale.